29Nov

Inaugurazione dell'#artartusi hackathon a New York

Dopo l'apertura della Settimana della cucina italiana nel mondo, presentata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale il 26 ottobre a Villa Madama, Casa Artusi, la Regione Emilia Romagna, la Fondazione Cassa di risparmio di Forlì e Catchy hanno dato avvio all'iniziativa #artartusi hackathon. Obiettivo del progetto è arricchire e diffondere nel mondo la figura di Pellegrino Artusi, padre della moderna cucina italiana e ambasciatore dell’Italian Taste.

Nei primi mesi del 2016 avranno luogo due hackathon, simultaneamente a New York e a Forlì. Gli sviluppatori, i creativi, e tutti coloro che parteciperanno saranno chiamati a scovare e ideare nuovi servizi digitali che avranno una base comune: le antiche ricette di Pellegrino Artusi. Al termine delle 36 ore di coding non stop una giuria di esperti decreterà l’idea vincitrice dell’#artartusi hackathon e assegnerà i premi.

L’evento di apertura del progetto si è tenuto a New York presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò NYU il 17 novembre. A presentare il progetto figure di spicco del panorama italiano e internazionale: il Console Generale d’Italia a New York Francesco Genuardi; il Direttore di Casa Italiana Zerilli-Marimò Stefano Albertini; il Presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini; il giornalista e professore della Princeton university Gianni Riotta; l’assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna Simona CaselliAndrea Segrè membro del Comitato scientifico di Casa Artusi e Monica Fantini coordinatrice del progetto di marketing territoriale “Romagna Terra del Buon Vivere”. 


Guarda il video dell'evento d'apertura dell'#artartusi hackathon a New York